Il volto sacro che affascina e protegge i bolognesi da secoli

Madonna di San Luca indagini diagnostiche Art-test Firenze

Madonna di San Luca

Dopo due anni in cui è stata oggetto di studio e restauro, lo scorso  4 maggio, la venerata immagine della Madonna Di San Luca, patrona della città di Bologna, è stata , come da tradizione,  portata in processione ed ospitata per una settimana nella cattedrale di  Bologna.
Lo studio dell’icona nasce  per una nobile causa ovvero per la realizzazione di un rilievo 3D destinato gli ipovedenti. Per poter effettuare il rilievo è stato necessario “liberare”, anche se solo temporaneamente,  il dipinto dal secolare involucro in cui è contenuta e che lascia intravedere solo il volto della Vergine e quella del  Bambino. Tutto ciò ha permesso di godere da vicino e senza “vincoli” la sacra immagine e di poter pianificare un approfondito studio dell’immagine e d un importante intervento di restauro.
Direttore dei lavori è stato lo storico dell’arte Franco Faranda che giudica l’immagine di eccezionale bellezza soprattutto se confrontata con opere dello stesso periodo.
Art-Test Firenze ha potuto contribuire a questo approfondito studio effettuando un’estesa campagna diagnostica ad immagine con Riflettografia Infrarossa a Scanner, Analisi Multilayer, Infrarosso Multispettrale, Fluorescenza Multispettrale, Visibile Multispettrale, IR Falso colore, UV Falso Colore, microfotografia in luce diffusa e ultravioletta.
I risultati di questa campagna saranno presentati  in una pubblicazione, nel 2014, a cura del dott. Faranda.

Pulitura dalle polveri e da uno strato di colla ormai annerito,  consolidamento del film pittorico, e  bonifica da insetti xilofagi , questi gli interventi che hanno caratterizzato questo restauro. In questa occasione si è provveduto anche  ad un intervento conservativo della bellissima fioriera che adorna il dipinto durante le sue peregrinazioni .

Per saperne di più…………

Filippino Lippi – La Pala Nerli presentato il restauro

Il restauro dello splendido dipinto di Filippino Lippi, la “Pala Nerli”, uno delle opere più belle del Rinascimento, è stato presentato il 9 maggio  nella Sala Capitolare della Chiesa di Santo Spirito a Firenze.

Filippino Lippi - la Pala Nerli Art-Test FirenzeIl dipinto  è stato oggetto di indagini diagnostiche  da parte di  Art-Test Firenze  tramite riflettografia IR a scansione, metodo Multilayer® e Multispettrale IR, ispezione Vidicon e Video Microscopio.

In occasione della recente mostra tenutasi alle Scuderie del Quirinale è stato prodotto un filmato dove la restauratrice Anna Monti e il direttore dei lavori Daniele Rapino illustrano le vicende storiche ed il diario delle operazioni di restauro.

Grandi Mostre: IN BRASILE CON CARAVAGGIO E SEGUACI.

Il Brasile ha accolto con straordinario entusiasmo la rassegna “Caravaggio e i suoi seguaci: conferme e problemi”.

La rassegna comprende 6 tele dipinte a olio dal Maestro e 14 opere dei “Caravaggeschi”.

Negli intenti della mostra anche una occasione importante per aggiornare il panorama degli studi su Caravaggio e i suoi seguaci.

Nel ricco catalogo della mostra, per ogni singola opera esposta, è presentata la motivazione della proposta di attribuzione, se ancora incerta, e illustrata l’indagine diagnostica effettuata. Art-Test Firenze contribuisce con un contributo su “Ritratto di Cardinale”, che dal patrimonio artistico degli Uffizi lascia per la prima volta l’Italia, indagato per conto della Galleria degli Uffizi.

Tra le varie caratteristiche emerse quella più interessante è senz’altro derivata dall’analisi con il metodo Multilayer ® brevettato Art – Test Firenze.  Grazia all’esclusiva tecnica di resa stratigrafica dell’immagine si evidenzia, al Layer 5, la chiara lettura di una scritta preesistente e, al Layer 7, il disegno preparatorio del Maestro che definiva con chiarezza i contorni della veste del cardinale, con lo stile a cappuccio del collo.

Ritratto di Cardinale - Caravaggio