Grandi Mostre: IN BRASILE CON CARAVAGGIO E SEGUACI.

Il Brasile ha accolto con straordinario entusiasmo la rassegna “Caravaggio e i suoi seguaci: conferme e problemi”.

La rassegna comprende 6 tele dipinte a olio dal Maestro e 14 opere dei “Caravaggeschi”.

Negli intenti della mostra anche una occasione importante per aggiornare il panorama degli studi su Caravaggio e i suoi seguaci.

Nel ricco catalogo della mostra, per ogni singola opera esposta, è presentata la motivazione della proposta di attribuzione, se ancora incerta, e illustrata l’indagine diagnostica effettuata. Art-Test Firenze contribuisce con un contributo su “Ritratto di Cardinale”, che dal patrimonio artistico degli Uffizi lascia per la prima volta l’Italia, indagato per conto della Galleria degli Uffizi.

Tra le varie caratteristiche emerse quella più interessante è senz’altro derivata dall’analisi con il metodo Multilayer ® brevettato Art – Test Firenze.  Grazia all’esclusiva tecnica di resa stratigrafica dell’immagine si evidenzia, al Layer 5, la chiara lettura di una scritta preesistente e, al Layer 7, il disegno preparatorio del Maestro che definiva con chiarezza i contorni della veste del cardinale, con lo stile a cappuccio del collo.

Ritratto di Cardinale - Caravaggio

Annunci

…. intraveder …. Leonardo

Uno straordinario dipinto è stato presentato l’11 Aprile 2013 alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano il Volto di Cristo.

Il Volto di Cristo  - particolare

Il Volto di Cristo – particolare

La presentazione è avvenuta in occasione della sua entrata all’interno della collezione permanente della Pinacoteca Ambrosiana, grazie alla generosa donazione di Bernardo Caprotti.

L’Art-Test ha avuto il vero privilegio di poterlo analizzare con le ns tecniche più avanzate  Multilayer®, IR scanner, IR falso colore e fluorescenza UV multispettrale. I risultati delle indagini diagnostiche hanno confermato che si tratta di uno dei dipinti più straordinari da noi esaminati. Dopo 7 anni di intensi studi, è ora proposto come di mano di Leonardo.

L’immagine in riflettografia che mostra la serena figura di una donna, completamente sovrapponibile, se non per alcuni dettagli, alla figura del Volto di Cristo che appare nel visibile non può non suscitare interrogativi ed intense emozioni.

Bernardo Caprotti, proprietario di Esselunga, lo aveva comprato da Sotheby’s come opera dell’allievo prediletto di Leonardo, e quasi suo omonimo, Gian Giacomo Caprotti; conquistato dalla sua bellezza, ha commissionato ulteriori ricerche a Maurizio Zecchini, storico dell’arte, coinvolgendo Ezio Buzzegoli, restauratore dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, Art•Test  e altri studiosi.

Caprotti ha donato il dipinto alla Pinacoteca Ambrosiana. L’attribuzione ad un nome così importante ha generato, come previsto, reazioni divergenti. Vi invitiamo ad andare a vederlo di persona e di consultare il volume Il Caprotti di Caprotti a cura di M. Zecchini , Marsilio Editore, che  raccoglie tutto il materiale degli studi e delle analisi effettuati, inclusa naturalmente la riflettografia IR scanner.

Vai alla rassegna stampa dell’evento

Continua a leggere